Pensiero per te

Te lo volevo dare

legato a un bel fiocco.

Ma mi è sfuggito mentre lo cercavo

Accettalo lo stesso

È vero e genuino;

Nato proprio adesso mentre ti pensavo

     Gillyan

Annunci

Il mio paese

Adagiato come un guerriero a riposo

tra i vicoli ormai vuoti: sta il mio paese

Botteghe e bottegucce, chiese e chiesette

nascoste dall’ ombra del progresso

sorridono sbilenco al viandante frettoloso

E’ passato quel tempo sincero,

quando la genuinità dei cuori

e il rispetto verso l’ altro,

rendeva più ameno paese e genti

             Gillyan

foto personale con l’ App. Prisma 41990f48243aa1fb3d3d87eb1c35bfc9resNetFinal_final1

Proprio qui

Oh, voglio amare a più non posso

Aprire  questa diga che trattiene sospiri

Far scorrere finalmente l’ amore

Ed è proprio qui  che amo pensarti

In questo spazio senza limiti e ricordi

Non piangere dunque se ancora non mi conosci

Riderai domani, quando ricorderai il mio nome

            Gillyan

Sulla strada di casa mia

Pietre

Punti fermi della mia vita

Ad una ad una vi ricordo

Dalla più piccola alla più grandicella

Vi prendevo a piene mani

vi contavo e ricontavo;

una , due, tre: tante eravate

Pietre, silenziose presenze.

Custodi della mia adolescenza

Spettatrici involontarie dei mie dolori

Gli anni son passati ma voi sostate ancora

su quella strada: La strada di casa mia

Pietre…

Eterne sentinelle attente ad ascoltar ogni fremito di vita

         Gillyan

 

Quella voglia acerba

Estate di giorni andati

A nutrire memorie senza

più  domani

Cinguettava la vita

sulle le note romantiche

di  un ritornello d’ amore

Cantava quella voglia acerba

di sesso e poesia

Sui ricordi ancora ansimanti di piacere

sfioriva, così, senza riguardi :la giovinezza

      Gillyan