Quella voglia acerba

Estate di giorni andati

A nutrire memorie senza

più  domani

Cinguettava la vita

sulle le note romantiche

di  un ritornello d’ amore

Cantava quella voglia acerba

di sesso e poesia

Sui ricordi ancora ansimanti di piacere

sfioriva, così, senza riguardi :la giovinezza

      Gillyan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...