Persa

Gli occhi che guardano nel buio

in attesa di un rumore familiare

Ma una luce fioca  m’invoglia ad alzarmi

Il primo, il secondo, al  terzo passo la paura mi assale.

Mi ferma, mi urla, mi trascina in un angolo.

Sono sola, persa, sfinita: piango.

Poi, di nuovo, la debole luce m’ illumina…

Mi tende la mano portandomi con sé

                  Gillyan

Messaggio

Un giorno.

Al calar della sera,

mi aspettavi nel cielo d’inverno.

Descrivevi nell’aria anelli di luce.

Amica o nemica: mi chiesi.

Fammi capire qual è la ragione del tuo interesse.

Da un mondo lontano arrivo: mi disse.

Un giorno di nuovo verrò e forse la vita, per voi cambierà

             Gillyan