Proprio qui

Oh, voglio amare a più non posso

Aprire  questa diga che trattiene sospiri

Far scorrere finalmente l’ amore

Ed è proprio qui  che amo pensarti

In questo spazio senza limiti e ricordi

Non piangere dunque se ancora non mi conosci

Riderai domani, quando ricorderai il mio nome

            Gillyan

Quella voglia acerba

Estate di giorni andati

A nutrire memorie senza

più  domani

Cinguettava la vita

sulle le note romantiche

di  un ritornello d’ amore

Cantava quella voglia acerba

di sesso e poesia

Sui ricordi ancora ansimanti di piacere

sfioriva, così, senza riguardi :la giovinezza

      Gillyan